Gentile poeta,

grazie per avermi permesso di conoscere la sua silloge, di cui ho appena portato a conclusione la lettura.

In essa č stato piacevole apprezzare la completa simbiosi fra poesia come testimonianza d'appartenenza e alabastrina elaborazione del distacco.

Il mosaico che ne risulta mi č sembrato, in precisi lacerti, addirittura sapido di un misticismo orfico prettamente Meriniano.

Si tratta peraltro di un paragone che, pur non infondato, potrebbe risultare una camicia di Nesso per la sua poetica. Le chiedo dunque che venga mantenuto, almeno per ora, inter nos...

Con un amichevole ad maiora,
Roberto R. Corsi

Firenze, 25-05-20